Benedizione del monumento a Don Carlo Gnocchi alla Rotonda di Inverigo.

Benedizione del monumento a Don Carlo Gnocchi alla Rotonda di Inverigo.

Image00013Image00052

Venerdì tredici luglio, nell’ambito delle feste in corso alla “Rotonda” tra venerdì e sabato con gli oratori e le penne nere dei gruppi della zona, si è benedetto il monumento, opera dello scultore Angelo Casati, dedicato al Cappellano degli alpini e padre dei mutilatini, il “nostro” Beato don Carlo Gnocchi. Monumento restaurato, con il contributo finanziario degli alpini di Inverigo in occasione del proprio 60° di fondazione,  dall’Accademia di Belle Arti Aldo Galli di Como,  nei mesi scorsi. Alla cerimonia, oltre all’Arcivescovo di Milano, Mario Delpini, sono  intervenute diverse autorità:  tra queste il Sindaco, Giorgio Ape con numerosi assessori e consiglieri, la docente del corso di restauro dell’Accademia Galli, Gisella Bianconi , con le studentesse autrici dei lavori tra cui Sara Caliò, che si è laureata con una tesi proprio su questo restauro e il presidente del consiglio regionale, Alessandro Fermi. Dopo i saluti e i ringraziamenti del capo gruppo di Inverigo, Luca Boschini, l’Arcivescovo ha proceduto alla benedizione del manufatto. Quindi tutti alla Rotonda, dove sulla grande scalinata erano sistemati i trecentocinquanta ragazzi partecipanti al Grest , per la celebrazione della Santa Messa

Image00087Image00069