Una triste notizia….Cesare Lavizzari è “andato avanti”

Un ricordo di Cesare Lavizzari del nostro Presidente

Avevamo  fatto una chiacchierata di mezz’ora venerdì della scorsa settimana e, come sempre, mi avevano letteralmente catturato la sua logica stringente, la sua chiarezza e la sua capacità di essere semplice pur con la sua cultura e la sua grande competenza in tutto.

Cesare Lavizzari, un Alpino con la A maiuscola, un amico sempre presente quando era necessario il suo supporto, sia associativo, sia professionale.

Con la nostra Sezione aveva un legame forte. C’era sempre, era sufficiente invitarlo e arrivava.

Tante volte gli abbiamo detto scherzando che era in corso la pratica per assegnargli la cittadinanza onoraria della Città di Como e l’avrebbe veramente meritata.

È difficile convincersi e rassegnarsi alla sua partenza, ma lo si deve fare. Non c’è alternativa.

Aver servito nello stesso Battaglione ci univa ancor di più e ogni volta ci si scherzava su.

Una delle sue grandi soddisfazioni più recenti è stata quella di aver convinto il disegnatore del logo della prossima Adunata nazionale a colorare di blu la nappina della penna. Blu come la nappina del ‘Susa’.

Caro Cesare, ci mancherai maledettamente, ma continueremo a seguire i tuoi esempi di tenacia e di profondo amore per l’Associazione.

Sarai a lungo nel nostro cuore.

Cesare Lavizzari

Il comunicato ANA

L’Associazione Nazionale Alpini ha appreso con sgomento la notizia della improvvisa scomparsa dell’avvocato Cesare Lavizzari, morto a soli 54 anni, per dodici anni Consigliere e per un anno vice Presidente nazionale dell’Ana. Cesare Lavizzari, milanese, era una delle menti più brillanti della Famiglia alpina: profondo conoscitore degli aspetti normativi della vita dell’Ana, era da tutti apprezzato per la sua franchezza e per la sua capacità di essere criticamente costruttivo.

Molti dei suoi suggerimenti sono diventati indicazioni fondamentali per la realtà associativa degli alpini. Uomo di grande personalità, Lavizzari ha saputo confrontarsi con tutte le realtà alpine suscitando reazioni anche vivaci ma sempre stimolanti.

La sua scomparsa tanto repentina, lascia un grande vuoto nella famiglia alpina milanese (a pochi mesi dall’Adunata nazionale del Centenario che si terrà a Milano dal 10 al 12 maggio) e in quella nazionale, a cui mancherà purtroppo la sua figura che è sempre stata soprattutto quella di un alpino vero.

Sebastiano Favero
Presidente nazionale dell’Ana

Il desiderio di Tiziano

Ciao Ragazzi,
un forte legame di alpinità, di affetto e di stima ci legava a Cesare.
Trasmettere la fiaccola alle future generazioni era il suo imperativo.
E noi in sua memoria lo faremo.
Tiziano

uno degli ultimi scritti di Cesare, (il suo amore per l’Associazione)

per scaricare clicca su Speranza