Inaugurazione del Museo sul Doss Trento

Image00001       Image00008

Inaugurazione del Museo sul Doss Trento

La scorsa settimana tre squadre di nostri alpini una  partita dalla Valle Intelvi, una dalla Protezione civile di Como e una da Olgiate Comasco, sono andate a Trento per aiutare ad ultimare i lavori di sistemazione del museo sul Doss Trento, Museo nazionale storico degli alpini.

Domenica 13 ottobre sono saliti di nuovo a Trento con il Vessillo sezionale, scortato dal Vice Presidente  Agostino Peduzzi e dal Conigliere Moreno Ortelli, per presenziare all’inaugurazione ufficiale.

La cerimonia è iniziata con l’alzabandiera e la deposizione di una corona in onore ai Caduti. Si è proceduto poi con la sfilata, il taglio del nastro e la benedizione della struttura.

Alla manifestazione erano presenti il presidente della Provincia, Maurizio Fugatti, il sindaco di Trento Alessandro Andreatta, i vertici provinciali dell’Ana con Maurizio Pinamonti e il nuovo direttore del Museo il tenente colonnello Giulio Lepore, il presidente nazionale Sebastiano Favero, il generale Claudio Berto, comandante delle Truppe Alpine, il generale Massimo Scala, direttore della direzione dei lavori del Demanio della Difesa, nonché una folta rappresentanza di consiglieri provinciali e onorevoli trentini. “Si tratta di un momento importante per la comunità trentina – ha detto Fugatti – come dimostrano i tanti amministratori presenti. C’è un senso di appartenenza della comunità trentina a questo luogo, dove è forte il senso di identità”.

L’opera è stata completata in un solo anno, anche grazie allo sforzo di decine di soci che hanno prestato la loro opera da artigiani gratuitamente.

Si è inaugurata però solo la parte esterna, il nuovo padiglione di 1200 metri quadri (prima erano meno di 300). L’interno è per il momento riempito da alcuni pannelli illustrativi: per vedere gli allestimenti completi, occorrerà aspettare la primavera.

Image00010       Image00011